Gianna Fratta

Home - Centodieci - MCU incontra l'Eccellenza - Gianna Fratta
Gianna Fratta

“La prima volta che ho sentito un’orchestra suonare ero al Teatro Sociale di Como ed è stato allora che mi sono detta: io voglio fare quel lavoro lì”.


 
Si è tenuto il 16 maggio presso il Modena Golf & Country Club l’evento “MCU incontra l’Eccellenza”, con una delle pochissime donne italiane Direttore D’Orchestra. La prima a dirigere un’orchestra all’Opera di Roma e la prima a guidare i Berliner Symphoniker.
Per questo il Presidente della Repubblica Napolitano le ha assegnato il titolo di cavaliere della Repubblica “per essere una brillante e promettente giovane Direttore D’orchestra a livello internazionale e per il talento dimostrato come pianista, che le ha fatto conseguire numerosi e prestigiosi premi”. Una professionalità in crescente successo mondiale che propone un modello positivo e stimolante per chi sta compiendo scelte di vita e di lavoro importanti.

Per l’occasione, Gianna Fratta ha regalato ai Clienti di Banca Mediolanum, una conversazione con esempi musicali dal vivo al pianoforte. Gli applausi finali alle performance sono la riconferma di un’artista eccezionale, che ha completato la formazione superiore accademica in pianoforte e composizione col massimo dei voti, oltreché in direzione d’orchestra con 10 e lode.

“Devo la mia carriera ed i miei successi ai miei maestri. Il maestro non è solo colui che sa e trasmette un sapere, ma è anche colui che contribuisce alla crescita personale dell’alunno ”.

Grazie a questa iniziativa, Gianna Fratta a rincontrato il suo primo maestro di pianoforte, Massimiliano Baggio, con cui ha eseguito due versioni per pianoforte a quattro mani.

Durante l’incontro, Gianna Fratta è stata intervistata da Oscar Di Montigny, Amministratore Delegato di MCU e Direttore Marketing di Banca Mediolanum. Dall’intervista emerge la passione e la tenacia di Gianna, come lei stessa precisa “L’Eccellenza come un modello a tendere”. La meritocrazia è uno dei valori in cui lei crede; è convinta che la stima, la riconoscenza e la giusta ricompensa è acquisita e si mantiene grazie l'impegno nello studio. La sua determinazione e i suoi successi sono frutto di uno sforzo maggiore rispetto a quelli compiuti dai suoi colleghi uomini, essendo la direzione d'orchestra un ruolo storicamente maschile.

Al termine dell’incontro, Gianna Fratta ci ha raccontato il suo breve viaggio nella bellezza e nel silenzio. La bellezza è quanto noi coltiviamo e tramandiamo e il silenzio è un dono che lascia spazio alla realtà che c’è. Una riflessione che porta Oscar di Montigny a definire Gianna una donna sensibile che coniuga la dolcezza della femminilità del suo corpo con la forza della mascolinità del suo ruolo: la grinta di un leader rinchiusa nella bellezza della fragilità.

--

Gianna Fratta - le foto dell’evento

Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento
Gianna Fratta - le foto dell'evento